Il vento attraverso la serratura, the story so far

Andiamo con ordine e partiamo con le informazioni fondamentali. The Wind Through the Keyhole o, in italiano, Il vento attraverso la serratura, è il nuovo romanzo di Stephen King uscito negli Stati Uniti in edizione limitata il 12 febbraio e che sarà pubblicato dalla Scribner in wide release il 24 aprile. Non si sa molto dell’uscita italiana, ma scordatevi un’uscita in contemporanea stile 22/11/’63. Fonti non ufficiali parlano – addirittura – di Natale 2012.

Il vento attraverso la serratura è un romanzo che fa parte della serie della Torre Nera. È l’ottavo volume del ciclo, ma cronologicamente si colloca tra il quarto e il quinto volume, ossia tra La sfera del buio e I lupi del Calla, e narra le avventure di Roland, Eddie, Jake, Susannah e Oy nel lasso di tempo che va dall’abbandono della Città di Smeraldo all’arrivo a Calla Bryn Sturgis. Una sorta di spin-off, insomma, che non conterrà niente di sconvolgente relativo alla trama della serie in sè, già conclusa (a mio parere nell’unico modo possibile) con il settimo volume.

Nelle parole di King:

There was a storm, I decided. One of sudden and vicious intensity. The kind to which billy-bumblers like Oy are particularly susceptible. Little by little, a story began to take shape. I saw a line of riders, one of them Roland’s old mate, Jamie DeCurry, emerging from clouds of alkali dust thrown by a high wind. I saw a severed head on a fencepost. I saw a swamp full of dangers and terrors. I saw just enough to want to see the rest. Long story short, I went back to visit an-tet with my friends for awhile. The result is a novel called The Wind Through the Keyhole. It’s finished, and I expect it will be published next year.

It won’t tell you much that’s new about Roland and his friends, but there’s a lot none of us knew about Mid-World, both past and present. The novel is shorter than DT 2-7, but quite a bit longer than the first volume—call this one DT-4.5. It’s not going to change anybody’s life, but God, I had fun.

Quindi non sarà niente di catartico, ma permetterà a noi Fedeli Lettori di incontrare ancora una volta il ka-tet di Roland. E, dopo che il sottoscritto ha seguito le loro avventure per la bellezza di dodici anni (ma se state dietro a Roland & Co. dal 1982, gli anni da L’ultimo cavaliere a La Torre Nera sono addirittura 22), nulla può fare più piacere di leggere una nuova avventura ambientata nel medio-mondo. King si è divertito a scriverlo – presumo non solo grazie al pensiero dell’assegno per i diritti d’autore – e io spero proprio di divertirmi a leggerlo.

Visto che ci sarà da aspettare parecchio, presumo che mi accaparrerò il romanzo in lingua originale e poi comprerò l’edizione italiana per la mia collezione. In ogni caso, la traduzione italiana è Tullio Dobner, che già si era occupato degli altri romanzi della serie e che quindi è più “dentro” al mondo di Roland di quanto non lo sia il vumingouno (che comunque, secondo me, se l’è cavata più che egregiamente con 22/11/’63). Questo dovrebbe anche porre fine alla diatriba tra i fan su quale sia il traduttore migliore e su chi abbia dato il culo a chi per avere il proprio nome in copertina accanto a quello di King, e che io, francamente, ho sempre trovatio abbastanza stucchevole.

Bene, questo è tutto ciò che so a proposito di Il vento attraverso la serratura, se avete altre informazioni di cui io ignoro l’esistenza, sentitevi liberi di dirmi che sono stupido nei commenti. Prima di congedarmi, qui c’è il link che rimanda a un estratto del libro, in inglese, se avete voglia di dare un’occhiata in anteprima a quello che sarà il nuovo romanzo di King.

About these ads

2 pensieri su “Il vento attraverso la serratura, the story so far

  1. King sta cavalcando l’onda. Ora che uscirà la serie tv della Torre Nera, non poteva mancare il bonus letterario.
    La Sfera del buio è un volume praticamente inutile per l’andamento della storia. Toccante, molto suggestivo e romantico, certo; ma praticamente costituisce un impantanamento notevole. I Lupi del Calla non è da meno, non fosse per quei due-tre elementi che da un lato approfondiscono e colorano l’ambientazione.
    Non dimentichiamo che King quasi abusa di “spin off” della Torra Nera. Tralasciando gli script originali per la serie a fumetti, in Tutto è fatidico c’è il racconto (100 pagine e passa, vallo a chiamare racconto, anche se la struttura è quella) Le piccole sorelle di Eluria.
    Se da un lato la notizia di un’ulteriore opera della Torre Nera mi esalta, dall’altro non posso fare a meno di pensare che – come hai già detto tu – non influendo sulla storia principale, potrebbe trattarsi di un banale contentino, più stilistico che altro, indirizzato soprattutto all’introito dei futuri diritti.

  2. Secondo me uscirà a fine ottobre / inizio novembre, periodo in cui ogni anno vengono pubblicate le nuove uscite kinghiane.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...