A chi non piacciono i survival horror con gli zombie? Beh, alla mia ex, tanto per cominciare, ma lei non conta, soprattutto perché ha osato deprecarmi Stagioni diverse di Stephen King e questo corrisponde al reato di lesa maestà e alto tradimento, nel mio codice d’onore. Eccezioni a parte, comunque, bisogna riconoscere che una bella storia di apocalisse zombie il più delle volte è in grado di ringalluzzire l’appassionato di fantastico e horror. A me gli zombie piacciono e vivo nell’attesa del ritorno dei morti viventi, ok?

Stessa cosa dicasi per i supereroi. L’idea che ci sia qualcuno al mondo dotato di poteri sovrumani e sia in grado di usarli per fare del bene è da sempre gradita ai più, non fosse altro perché ci permette di fantasticare su un “mondo giusto”. E anche perché i superpoteri sono awesome, ammettiamolo.

Ora, immaginate di trovare un libro che mischa lo zombie survival horror con i supereroi. Sarebbe un’epicata di epica epicità, eh? Ebbene, il sottoscritto è riuscito a dare un nome e un volto titolo e una cover alla suddetta epicata. Signori e signore, vi presento Ex-Heroes di Peter Clines.

Ex-Heroes parte da una premessa originale e senza dubbio interessante: a seguito di un’invasione di zombie che ha colpito Los Angeles, un gruppo di supereroi si è votato a difendere le vite e il futuro di una piccola colonia di sopravvissuti umani rifugiatisi all’interno degli studi cinematografici della Paramount.

A questo si va ad aggiungere una seconda colonia di umani, capitanata questa volta non da supereori ma da una gang di delinquenti, e la scoperta che gli zombie (o “exes”, abbreviazione di Ex-Humans) non sono creature senz’anima e intelletto ma hanno sviluppato una sorta di coscienza.

Ex-Heroes è stato pubblicato nel 2010 dalla Permuted Press e ha un seguito, Ex-Patriots, uscito nel 2011.