I motivi per cui odio visceralmente L’omissione di Dante sono spiegate nella mia lista dei peggiori romanzi italiani del 2011. Forse non è il peggiore in assoluto, va detto. Per dire: I regni di Nashira della Troisi, Battle Royale, Clipart di Elisabetta Vernier, tutto ciò che Patricia Cornwell ha scritto dopo gli anni ’90, Madame Bovary, Il diacono di Andrea G. Colombo e Twilight fanno schifo uguale, ma nessuno di questi è riuscito a farmi incazzare come L’omissione di Dante. È un romanzo sbagliato. Statene alla larga.