Ancora Stephen King, deal with it. Di Stagioni diverse, che è senza dubbio la raccolta di racconti migliore della storia della letteratura universale (con buona pace di Joyce, Conan Doyle e altri scrittori morti), potrei rileggere all’infinito Il corpo e Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank.