Tra poco esce Mass Effect 3 e, che ci crediate o meno, una settimana fa io non avevo ancora cominciato il 2. Mi sono messo in pari, sacrificando ore e ore di studio, e ora sono apposto. Tuttavia, mi sono lasciato coinvolgere e ho cominciato anche a leggere fantascienza a tutto spiano. Space Opera, per la precisione.

Uno dei libri che ho trovato e scaricato aggratis da Library Genesis (MESSAGGIO PROMOZIONALE: scaricate anche voi i vostri libri da Library Genesis, non buttate i soldi nel cesso per comprare ebook) è Pandora’s Star di Peter F. Hamilton. Un romanzo lunghissimo e pieno di personaggi, che mi terrà impegnato, stimando che lo leggo solo di sera prima di andare a letto, più o meno per un mesetto.

Siccome i primi capitoli mi sono piaciuti, ho piazzato l’ordine per la versione cartacea di questo e del suo seguito, Judas Unchained (che sembra una canzone di Lady Gaga). Tra l’altro la differenza di prezzo tra l’edizione brossurata e quella digitale era di 70 centesimi di Euro. L’ennesimo fail degli ebook.

Il tutto è rigorosamente in lingua inglese, perché non sia mai che in Italia si traducano libri decenti. Giammai! A che pro, quando il mondo letterario di vampiri gay?