Se avete letto il mio post sui libri da non perdere per l’anno nuovo, avete senz’altro notato che il primo a essere nominato era il nuovo romanzo di Stephen King, Mr. Mercedes. Ebbene, siccome definire prolifico Stephen King è usare un pallido eufemismo, giungono nuovi dettagli sul prossimo romanzo di King, anch’esso in uscita nel 2014, a novembre, che sarà pubblicato dalla Scribner e si chiamerà Revival.

Il romanzo, come confermato dallo stesso King durante un AMA su Reddit per la promozione di Under the Dome, era un work in progress a giugno dell’anno scorso, ma ora è stata comunicata la data di pubblicazione e, soprattutto, la sinossi, riportata dal sito dreadcentral.com.

From master storyteller Stephen King comes a spectacularly dark and riveting novel about addiction, religion, fanaticism, and what might exist on the other side of life.
In a small New England town more than half a century ago, a boy is playing with his new toy soldiers in the dirt in front of his house when a shadow falls over him. He looks up to see a striking man, the new minister, Jamie learns later, who with his beautiful wife will transform the church and the town. The men and boys are a bit in love with Mrs. Jacobs; the women and girls, with the Reverend Jacobs — including Jamie’s sisters and mother. Then tragedy strikes, and this charismatic preacher curses God and is banished from the shocked town.
Jamie has demons of his own. Wed to his guitar from age 13, he plays in bands across the country, running from his own family tragedies, losing one job after another when his addictions get the better of him. Decades later, sober and living a decent life, he and Reverend Charles Jacobs meet again in a pact beyond even the Devil’s devising, and the many terrifying meanings of Revival are revealed.
King imbues this spectacularly rich and dark novel with everything he knows about music, addiction, and religious fanaticism and every nightmare we ever had about death. This is a masterpiece from King in the great American tradition of Frank Norris, Nathaniel Hawthorne, and Edgar Allan Poe.

E devo dire che, a giudicare solo da questo abbozzo di trama, sono molto, molto interessato. Se ho accolto con freddezza la sola idea di un sequel di Shining (ma ancora Doctor Sleep lo devo leggere, per cui pazientate per avere una recensione precisa), e devo ammettere il plot di Mr. Mercedes non mi solletica più di tanto, ciò che potrebbe essere questo Revival è quasi elettrizzante.

Stephen King scrive spesso di fanatismo religioso, a volte in maniera un filino over the top, tipo la madre di Carrie o la sciroccata di The Mist, ma ogni volta che lo fa riesce a essere di grande intrattenimento. In più abbiamo la dipendenza, elemento che King conosce bene e a livello personale. Inutile sottolineare come King dia il meglio di sé quando analizza sé stesso tramite i suoi personaggi e i suoi romanzi (La storia di Lisey anyone?).

Sembra quasi che in Revival ritroveremo un King più dark di quello, quasi spensierato e sempre e comunque ottimista, che ha scritto Joyland. E la cosa mi garba.