Questo post è fuori programma e scritto di getto perché francamente ne ho piene le palle di vedere i miei social media – che già frequento il minimo indispensabile per una personale antipatia nei riguardi di tutto ciò che è sociale – intasati di articoli e commenti e opinioni su quello che sembra essere lo scandalo della settimana. Ossia Captain America Steve Rogers che, in chiusura del primo numero della sua nuova serie, rivela di essere e di essere sempre stato un membro dell’Hydra.

Ora, a scandalizzare gli americani sui social media ci vuole niente. Gli armchair activists sono idioti per definizione e si bevono qualsiasi cosa venga loro propinata. Idem i vari siti di clickbait che venderebbero la madre per due visite in più. Su Twitter l’hashtag #SayNoToHYDRACap è stato monopolizzato da gente che di Captain America conosce solo quello cinematografico. Non c’è niente di male a non leggere fumetti, assolutamente. Però parlare a sproposito senza conoscere bene l’argomento sul quale ci si esprime sembra essere un tratto definitivo di questa generazione. E finché lo si fa su una cosa irrilevante come un fumetto ok (passi il fatto che Nick Spencer, che ha sceneggiato la storia, ha ricevuto minacce di morte da gente che evidentemente ritiene offensivo vedere il proprio eroe associato ai fascisti ma non offensivo impiegare per manifestare il proprio disappunto metodi fascisti), ma quando avviene anche per cose un filino più importanti, tipo l’efficacia dei vaccini o chi votare alle prossime elezioni o PERCHÈ CERCHIAMO L’ACQUA SU MARTE QUANDO I BAMBINI IN AFRICA MUOIONO DI FAME?????????, l’ignoranza comincia a essere un problema.

Senza contare che ho visto anche gente che reputo intelligente e pratica del media fumettistico bersi questa storia. Per cui facciamo un po’ di chiarezza.

È Captain America un membro dormiente dell’Hydra? No.

E allora cosa sta succedendo? Red Skull sta manipolando Steve Rogers creandogli delle false memorie.

Come funziona la cosa? Si tratta di fumetti, quindi la spiegazione è convoluta e richiede una buona dose di sospensione dell’incredulità. Inoltre vi ricordo che l’autore della storia è il Nick Spencer che ha scritto Morning Glories, quindi non qualcuno che non è pratico di colpi di scena e storie contorte.

Allora, nel 2012 in Avengers vs. X-Men #11, Ciclope, posseduto dalla Fenice, uccide il professor Xavier. Bravo Scott.

avx

Nel 2013, in Uncanny Avengers #1, Red Skull trafuga il corpo di Charles Xavier, gli asporta il cervello e impianta dentro di sé le parti responsabili per la telepatia del professor X, acquisendo nuovi poteri che gli consentono di controllare la mente altrui.

ua1

Nel 2014, in Captain America #21, però, un supervillano di nome Iron Nail riesce ad estrarre dal corpo di Steve Rogers tutto il supersiero, facendolo tornare a essere un novantenne. Il novantenne più arzillo del mondo, visto che, pur passando il mantello di Captain America a Sam Wilson, Steve Rogers rimane attivo all’interno dello SHIELD e dell’Avengers Unity Team.

Infine, quest’anno, dopo gli eventi di Avengers Standoff, Steve Rogers ritorna non solo giovane ma anche e soprattutto a vestire i panni di Captain America. È quindi nuovamente un problema per gente come Red Skull, il quale ha deciso di rifondare l’Hydra – in precedenza quasi eradicata da Sam Wilson – servendosi, anziché dei suoi poteri telepatici, del proprio carisma per ispirare e manipolare i nuovi membri.

Questo è tutto ciò che c’è da sapere per capire che, logicamente, Red Skull ha inserito dei falsi ricordi nella memoria del redivivo Steve Rogers e gli sta manipolando la mente per convincerlo di essere sempre stato un agente dell’Hydra.

La prova finale al riguardo è il fatto che Nick Spencer abbia detto a Entertainment Weekly:

The one thing we can say unequivocally is: This is not a clone, not an imposter, not mind control, not someone else acting through Steve. This really is Steve Rogers, Captain America himself.

Che per quanto mi riguarda è il sigillo di garanzia e paraculaggine degli sceneggiatori Marvel. Un po’ come quando Jason Aaron escludeva a priori che la vera identità di FemThor fosse Jane Foster o Dan Slott diceva di farsene una ragione perché Peter Parker era morto e Otto Octavius era il nuovo Spider-Man.

Il problema, in effetti, al di là della gente facile all’indignazione, senza nemmeno sapere per cosa si sta indignando, è proprio l’atteggiamento della Marvel, ben esemplificato dall’editor e senior VP Tom Brevoort:

tl7qgyk

Anziché di buone storie, la Marvel vive di pubblicità e oltraggio fabbricato ad arte. Dato che questo post nasce dall’irritazione di vedere ovunque OMG CAP È HYDRA HO CHIUSO CON LA MARVEL MA COME SI FA DICO IO COME SI FA EH SIGNORA MIA QUANDO C’ERA LUI (Stan Lee) QUESTE COSE NON SUCCEDEVANO I SUPEREROI ARRIVAVANO IN ORARIO sono parte integrante del problema e mi disprezzo per questo. Però dopo un po’ anch’io mi rompo le palle.

E non è un caso che tutto questo SCANDALOH sia esploso proprio questa settimana. Mercoledì è il giorno in cui in America escono i nuovi fumetti. Questo mercoledì la DC aveva in pprogramma l’uscita di tre fumetti piuttosto importanti: Justice League #50, Superman #52 e soprattutto DC Universe Rebirth #1. In particolare l’hype intorno a Rebirth era alle stelle, perché si trattava dell’evento dal quale sarebbe cominciata una nuova fase dell’universo DC, in cui sostanzialmente i grandi capi prendevano atto che ai lettori alcuni cambiamenti introdotti con il New 52 non erano affatto piaciuti e vi ponevano rimedio (grazie Geoff Jones che sei nei cieli).

In più qualche settimana fa c’era stato un leak proprio di DC Universe Rebirth #1 (secondo me da parte della stessa DC) e si rivelava che qualcuno di inaspettato (letteralmente) avrebbe fatto una comparsa nella storia. E magari sarebbe stato integrato dentro l’universo DC. Si trattava di una di quelle rivelazioni capaci di far umettare le mutandine a chiunque sia appassionato di fumetti. O fargli storcere il naso in disgusto. In ogni caso una reazione forte.

La Marvel ovviamente non poteva stare a guardare. La Marvel è una diva e una diva non sta nell’ombra. Quindi casualmente è leakato anche Captain America: Steve Rogers #1 e il resto è storia.

Non ho una vera e propria conclusione. Tra due giorni ci saremo dimenticati tutto quanto. E, soprattutto, è inutile dire ai mentecatti su Twitter di informarsi prima di oltraggiarsi e rompere i coglioni all’universo, perché non impareranno mai.